giovedì 19 maggio 2011

Ogni donna sono io: terzo incontro del ciclo.


Terzo incontro del ciclo Ogni donna sono io.

Da un’analisi della condizione della donna in Italia, diffusa è la sensazione d’indifferenza sia a livello istituzionale che di società civile davanti ad una continua e graduale volgarizzazione dei corpi e delle coscienze e ad una sempre minore libertà nel decidere di essere cittadina, lavoratrice, compagna e madre.

Tra i bisogni primari da soddisfare c’è la necessità di squarciare il velo di indifferenza, di aprire ambiti di discussione e luoghi di incontro dove poter tradurre le esigenze private in questioni pubbliche, il che nelle questioni di genere diventa opportunità di costruzione di una differente identità collettiva. E’ necessario, dunque, riscoprire le antiche agorà e cominciare a porsi domande, cercare nuove risposte e conseguenti azioni da parte di tutti: uomini e donne. E’ indispensabile riappropriarsi di un desiderio individuale, che non costringa ad accettare precostituiti modelli di donne e uomini come gli unici possibili.

Donne e Famiglia

Il terzo incontro del ciclo affronterà il tema della violenza sulla donna tra le mura domestiche, abbandonando i temi pietisti e la retorica comune, soffermandosi sulle connotazioni che ha assunto la violenza oggi. La psicologa Mariarosaria Colangelo tratterà il fenomeno dello stalking, come esso viene percepito dal punto vista sociale e della vittima, coadiuvata dall’ispettore capo Filippo Squicciarini, mentre l’avvocato Lamorte ci presenterà la legislazione in merito.

Lettura di un passo di Malamore di Concita De Gregorio di Valentina Spagnuolo.

Intervengono:

Mariarosaria Colangelo, psicologa, criminologa.

Giuditta Lamorte, avvocato e presidentessa del MOIGE.

Filippo Squicciarini, ispettore capo della polizia di Stato, sezione polizia postale.

Introducono:

Sara Errico

Antonella Viggiani


21 Maggio 2011

ore 10.30

Pinacoteca Provinciale, via Lazio 8, Potenza

domenica 15 maggio 2011

Miticalucaniamagica, presentazione del libro


La Provincia di Potenza,

in collaborazione con la Biblioteca Nazionale di Potenza, nell’ambito della iniziativa “Il Maggio dei Libri” presenta il libro “Mitica Lucania Magica” di Giuseppe Valente.

Lunedì 16 Maggio 2011, ore 17,00
Mediateca Provinciale di Matera, Sala Conferenze
Palazzo dell’Annunziata
Piazza Vittorio Veneto
75100 MATERA

Programma
Saluti
Franco Stella presidente Provincia di Matera
Piero Lacorazza presidente Provincia di Potenza
Introduce Angela Costabile, Università della Calabria
Intervengono
Giuseppe Appella, critico d'arte
Giampaolo D’Andrea, Università della Basilicata
Raffaele Nigro, scrittore e giornalista Rai
Franco Palumbo, pittore, Accademia belle arti Napoli


venerdì 13 maggio 2011

Royalties petrolifere Basilicata 2010

Gettito royalties anno 2010
Importi destinati alla Regione Basilicata


Operatori petroliferi e relativi importi versati



Operatore Importo (€)

1. ENI 35.440.397,30
2. Shell 29.660.430,49
3. Edison 227.578,87
4. Gas Plus Italiana 224.564,49


Totale 65.552.971,15

martedì 10 maggio 2011

Secondo incontro del ciclo "Ogni donna sono io".


14 Maggio 2011

ore 10.30

Pinacoteca Provinciale, via Lazio 8, Potenza

Secondo incontro del ciclo Ogni donna sono io.

Da un’analisi della condizione della donna in Italia, diffusa è la sensazione d’indifferenza sia a livello istituzionale che di società civile davanti ad una continua e graduale volgarizzazione dei corpi e delle coscienze e ad una sempre minore libertà nel decidere di essere cittadina, lavoratrice, compagna e madre.

Tra i bisogni primari da soddisfare c’è la necessità di squarciare il velo di indifferenza, di aprire ambiti di discussione e luoghi di incontro dove poter tradurre le esigenze private in questioni pubbliche, il che nelle questioni di genere diventa opportunità di costruzione di una differente identità collettiva. E’ necessario, dunque, riscoprire le antiche agorà e cominciare a porsi domande, cercare nuove risposte e conseguenti azioni da parte di tutti: uomini e donne. E’ indispensabile riappropriarsi di un desiderio individuale, che non costringa ad accettare precostituiti modelli di donne e uomini come gli unici possibili.

Donne e Media

Ogni giorno, dovunque guardiamo, vediamo immagini di donne, ripetute in maniera ossessiva, il cui corpo è usato per ogni genere di scopo. Un corpo quasi sempre nudo, ostentato, disumanizzato, soltanto corpo. Realtà dissimulata, ma realtà. I media riproducono immagini di donne, che sono già esse stesse riproduzioni.La donna risponde all’unico modello che i media hanno proposto: il desiderio è diventato collettivo, tutti desiderano la stessa forma, la donna si è ridotta a un travestimento, nient’altro che immagine, costruita come spettacolo, oggetto passivo dello sguardo dell’uomo. I relatori di quest’incontro ci aiuteranno a capire quale realtà viene proposta dai media e quanto poco questa coincida con la verità.

Proiezione de Il corpo delle donne (2009) di Lorella Zanardo, Marco Malfi Chindemi, Cesare Cantù.

Intervengono:

Paolo Masullo ordinario di Etica della Comunicazione presso l’Università degli Studi della Basilicata

Cinzia Marroccoli, psicologa, presidente Ass.Telefono Donna-Casa delle Donne Ester Scardaccione

Introducono:

Sara Errico

Antonella Viggiani

Ogni donna sono io | Donne e media

Sabato 14 maggio 2011, ore 10.30

Pinacoteca Provinciale

Via Lazio 8, 85100 Potenza

Informazioni al pubblico: ognidonnasonoio@gmail.com


lunedì 9 maggio 2011

venerdì 6 maggio 2011

Ogni donna sono io

7 Maggio 2011
ore 10.30
Pinacoteca Provinciale, via Lazio 8, Potenza

Primo incontro del ciclo Ogni donna sono io

Da un’analisi della condizione della donna in Italia, diffusa è la sensazione d’indifferenza sia a livello istituzionale che di società civile davanti ad una continua e graduale volgarizzazione dei corpi e delle coscienze e ad una sempre minore libertà nel decidere di essere cittadina, lavoratrice, compagna e madre.
Tra i bisogni primari da soddisfare c’è la necessità di squarciare il velo di indifferenza, di aprire ambiti di discussione e luoghi di incontro dove poter tradurre le esigenze private in questioni pubbliche, il che nelle questioni di genere diventa opportunità di costruzione di una differente identità collettiva.E’ necessario, dunque, riscoprire le antiche agorà e cominciare a porsi domande, cercare nuove risposte e conseguenti azioni da parte di tutti: uomini e donne. E’ indispensabile riappropiarsi di un desiderio individuale, che non costringa ad accettare precostituiti modelli di donne e uomini come gli unici possibili.

Donne e Mafia


Antonella Inciso e Vittoria Smaldone cercheranno di comprendere il ruolo della donna nelle organizzazioni criminali, tralasciando gli stereotipi che le vede ai margini dell’attività mafiosa e Alessandra Clemente racconterà il suo impegno, come donna, nella realtà di Libera.

Lettura di un passo di Poliziotta per amore di Nando dalla Chiesa di Alessandra Maltempo de La compagnia teatrale L'Albero

Intervengono:

Alessandra Clemente attivista di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

Antonella Inciso giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno

Vittoria Smaldone giornalista e scrittrice

Introducono:

Sara Errico e Antonella Viggiani

giovedì 5 maggio 2011

Ed intanto i vigili di Avigliano vanno a convegno....

Il sottoscritto ROSA Donato, responsabile di procedimento:
Premesso che l’Amministrazione comunale deve mettere a disposizione dei propri operatori gli
strumenti di informazione e formazione con l’obiettivo di preparare personale tecnico motivato ed orientato ad accrescere la produttività della stessa e a fornire un miglioramento dei servizi offerti agli utenti;
Premesso che,
l’ANVU (associazione nazionale dei vigili urbani) ha organizzato a Bologna, c/o Bologna Fiere, dal 4 al 5 aprile 2011, due giornate di studio per la Polizia Locale dal tema: “i controlli commerciali a tutela dei consumatori per le vendite straordinarie, le manifestazioni a premio e le vendite piramidali”; “la vendita e la somministrazione delle bevande alcoliche”; le ultime novità in materia di commercio” e “ controlli di polizia amministrativa negli esercizi pubblici, commerciale e il sistema sanzionatorio.;
Visto che
vi parteciperanno tre operatori della Polizia Municipale;
Considerato che
i costi di partecipazione, vitto e alloggio sono cosi suddivisi:
- alloggio: € 360,00; vitto: € 700,00,; biglietti di andata e ritorno per Bologna € 178,00; costi di
iscrizione al corso € 56,00; biglietti per mezzi pubblici Bologna € 60,00;
Considerato che
il costo complessivo ammonta ad € 1.354,00;
Ritenuto opportuno, pertanto, assumere il necessario impegno di spesa;
DETERMINA
1. di impegnare e liquidare la somma di € 1.354,00 (milletrecentocinquantaquattro/00) per l’adesione alle Giornate di studio per la Polizia locale di 3 operatori di P.M.;
2. di imputare la spesa all’intervento 1.03.01.03 cap.13590 del bilancio corrente, gestione residui;
3. di dare mandato all’economo comunale ad anticipare le somme;
4. di disimpegnare, a rendicontazione avvenuta, le eventuali somme in eccedenza;
5. La presente determinazione, comportando impegno e liquidazione di spesa, sarà trasmessa al
responsabile del servizio finanziario per la prescritta attestazione di regolarità contabile e copertura finanziaria di cui all'art. 183 del D.Lgs. 2267/2000 e diverrà esecutiva con l'apposizione di detta attestazione.

E chissà con quale criterio sono stati scelti questi tre vigili da mandare a Bologna. Tutto questo mentre nelle frazioni vederli, i vigili, almeno quando ci sono manifestazioni in piazza, sarebbe cosa molto gradita.